Dampyr arriva Lucca!

Sergio Bonelli Editore e i Maestri della Notte dell’arte fantasy insieme in un “Dampyr” particolarissimo, in uscita a Lucca Comics & Games 2018: ambientato nella città toscana e segnato da diverse epoche e diverse arti.

 

Dampyr è una serie a fumetti horror pubblicata dalla Sergio Bonelli Editore dal 2000 e creata da Mauro Boselli e Maurizio Colombo. La serie è di genere horror con tratti gialli e con ricostruzioni storiche e riferimenti a luoghi, avvenimenti e personaggi reali all’interno di una forte continuity che caratterizza l’intera serie diversamente da molte altre serie dell’editorie. I vari filoni narrativi si intrecciano tra loro e generalmente ogni albo fa riferimento a numeri precedenti e non mancano vicende inizialmente indipendenti che poi si rivelano invece tasselli di trame più complesse. Il protagonista, Harlan Draka, nasce durante la seconda guerra mondiale in un piccolo villaggio dove cresce senza la madre morta di parto e senza avere mai visto il padre. Per motivi ignoti il suo corpo invecchia molto lentamente dimostrando circa venticinque anni. Cresce perseguitato dalla brutta fama di essere figlio di una strega. Una volta cresciuto sbarca il lunario girovagando nei paesi vicini spacciandosi per un dampyr ovvero un figlio di un vampiro e una donna umana in grado di eliminare ipotetici casi di vampirismo in persone già morte. Chiamato da Kurjak, capo di una milizia, in una zona di guerra infestata da vampiri scopre di essere veramente un dampyr. 

 

 

Sergio Bonelli Editore in collaborazione con Lucca Comics & Games presenterà a Lucca 2018  uno speciale numero di Dampyr ambientato nel capoluogo toscano e arricchito dalle tavole dei migliori illustratori che sono passati dall’Area Performance della più importante kermesse fumettistica del nostro paese, artisti molto amati dal pubblico lucchese e ormai consacrati a livello internazionale. Si fonde così il meglio del Made in Italy nell’editoria a fumetti e nell’arte e illustrazione del fantastico. Nato proprio intorno al gruppo dell’Area Performance di Lucca, in occasione dei suoi 20 anni, il progetto è stato stimolato dal principale editore di fumetti italiano e riunisce sotto la sceneggiatura di Mauro Boselli un team di nove pilastri dell’artist playground di Lucca Comics & Games – Paolo Barbieri, Ivan Cavini, Alberto Dal Lago, Antonio De Luca, Edvige Faini, Angelo Montanini, Dany Orizio, Lucio Parrillo, Luca Zontini – e quattro disegnatori scelti tra i migliori della testata – Michele Cropera, Nicola Genzianella, Majo e Michele Rubini. I lettori potranno viaggiare con la fantasia nella Lucca storica altomedievale, in quella odierna, in una Lucca da sogno e in una gotico-espressionista, fino ad arrivare alla Lucca durante la manifestazione stessa, seguendo un percorso in cui la pittura fantasy si integra perfettamente nel racconto a fumetti.

Anticipazioni sulla storia

Kermesse è un termine che deriva dall’olandese “kerkmisse” e significa “festa del patrono”. Proprio durante la kermesse Lucca Comics & Games è nata l’idea per l’avventura che vede uno dei santi patroni di Lucca come personaggio: San Frediano. Di giorno, a una mostra durante l’evento Mauro Boselli disse «Che belle illustrazioni […]non sarebbe bello un Dampyr disegnato in questo modo?». Così, con la collaborazione di Emanuele Vietina, direttore di Lucca Comics & Games e sponsor dei nove artisti italiani presenti nel volume per celebrare il ventennale successo dell’Area Performance, è nata questa storia di Dampyr.

Vanth la dea della morte etrusca, i tentacolosi Grandi Antichi di Lovecraft che vogliono varcare le soglie della realtà, draghi, creature fatate… Il Dampyr del passato, Finnian, eroe celtico noto oggi come San Frediano, Harlan, Tesla, Kurjak… Lucca altomedievale, Lucca onirica, Lucca moderna… Spade affilate, piombo rovente, terribili illusioni, vampiri assetati e sangue a fiumi. Tutto ciò nel Dampyr “Il Santo venuto dall’Irlanda”, scritto dal co-creatore e curatore della serie Mauro Boselli e illustrato da quattro dampyriani: Michele Rubini, Nicola Genzianella, Michele Cropera e Majo (colorati da Romina Denti e Giovanna Niro); e da nove guest star care all’artist playground di Lucca Comics & Games, l’Area Performance: Paolo Barbieri, Ivan Cavini, Alberto Dal Lago, Antonio De Luca, Edvige Faini, Angelo Montanini, Dany Orizio, Lucio Parrillo, Luca Zontini. Una crew che arricchisce il valore del volume con splendidi intarsi che arricchiscono la narrazione, facendo del tutto parte della diegesi.

Copertina NO CURVES per speciale dedicato alla storia ambientata Lucca

Il Volume Pubblicato a Lucca comics 2018 

«In Dampyr molto spesso il protagonista è il luogo in cui si svolge la storia. Ed è un fumetto che permette, per la sua struttura, di raccontare diventi tempi all’interno di uno stesso albo». Lucca non fa eccezione: vedremo, fra l’altro, una sua versione medievale, una in un futuro distopico e poi una attuale. Ovviamente, con l’ambientazione durante i Comics. «La magia della fiera è che in quei giorni la città diventa il mondo che uno vuole. E così avviene anche nella storia». Per realizzare il lavoro, tuttavia, non può bastare la fantasia. Sono state necessarie anche accurate ricerche storiche, in particolare nel campo dell’agiografia, cioè della vita dei santi: di questo si è incaricato un altro ragazzo lucchese, Tiberio Decanini
(Giorgio Giusfredi, lucchese, sceneggiatore per Bonelli )

La storia scritta da Mauro Boselli per il numero 224 della serie regolare sarà disponibile in anteprima durante la kermesse lucchese in un volume cartonato di 128 pagine, impreziosito da una copertina speciale opera dell’artista NO CURVES (sito artista)! Un artista italiano conosciuto per l’uso della “tape art”, cioè quella tecnica che impiega il comune nastro adesivo colorato per rappresentare le forme e che si ispira al futurismo, al cyberpunk e ai videogame.

 

Gioco e Mostra per le vie di Lucca 

Per questo speciale volume, le sorprese non finiscono qui: in tutta la città potrete seguire gli itinerari cittadini in cui la storia si è svolta. 

La mostra dampyriana, oltre all’arte contemporanea che diventa cover, si spinge oltre, verso un ulteriore livello di rassegna sperimentale: per le strade, nei vicoli, nelle case, nei locali, vicino ai monumenti, seguendo la magica cartina disegnata da Michele Cropera che vedete nella gallery sopra, chi partecipa a Lucca Comics & Games 2018 avrà la possibilità di leggere la storia di Dampyr nei luoghi in cui avviene!

Quali immaginifici mondi custodisce la mostra-gioco che nasce al Palazzo della Fondazione  e là ritorna, seguendo un percorso fantastico attraverso diversi piani di realtà? La risposta sta negli occhi del protagonista della storia, che diventa chi la legge seguendola nella cittadina toscana.

Fonte: http://www.sergiobonelli.it