mercoledì 31 ottobre, dalle ore 10.00 alle ore 13.00
Partecipazione solo per chi ha pubblicato almeno un gioco GRV
Sede da scegliere in rapporto ai partecipanti

Lucca Comics & Games lancia, per la sua edizione 2018, un’iniziativa totalmente inedita: il I° convegno degli autori italiani di Giochi di Ruolo.

Il convegno si terrà a Lucca, mercoledì 31 ottobre, dalle ore 10.00 alle ore 13.00.

L’iniziativa si inserisce nel tema “Made in Italy” scelto per quest’anno e mira a trattare il seguente quesito: “Esiste una via italiana al Gioco di Ruolo? Se sì, da cosa è definita?” con l’obiettivo di individuare, attraverso l’analisi della storia del GdR in Italia e del suo stato attuale, se esista o meno uno stile italiano per i Giochi di Ruolo e, in caso affermativo, tracciarne un profilo, un “manifesto” che ne indichi caratteristiche e linee guida.

La trattazione del tema seguirà il seguente programma di massima:

  • Saluti e introduzione all’argomento (5′);
  • Interventi dei relatori (quattro o più, da 15’ognuno);
  • Pausa caffè (15′);
  • Discussione collettiva sul tema (30-60′);
  • Conclusioni e stesura di un documento finale (30’).

I lavori del convegno saranno condotti da una figura moderatrice designata da Lucca Comics & Games e sarà redatto un verbale dell’evento con lo scopo di pubblicare, nei mesi successivi, una raccolta degli atti del convegno, comprendente i testi degli interventi, l’andamento della discussione e le considerazioni finali.

È prevista una copertura dell’evento da parte della stampa che Lucca Comics & Games provvederà a invitare contestualmente.

I lavori del convegno saranno aperti al pubblico: gli interessati potranno assistere liberamente al dibattito per tutta la sua durata.

La partecipazione al convegno è gratuita e aperta, previa iscrizione (non è necessario il biglietto alla fiera), a tutti gli autori italiani professionisti che abbiano pubblicato almeno un Gioco di Ruolo in Italia.

Per richiedere l’iscrizione, o ulteriori informazioni, potete scrivere all’indirizzo educational(at)luccacomicsandgames.com

FONTE: luccacomicsandgames.com

 

Intervista al Respostabile dell convegno

Andrea D’Urso, responsabile della sezione Formazione ed Educational di Lucca Comics & Games.

Chi sono gli ideatori e i supervisori di questa iniziativa?
 
Il convegno è un’idea mia, lo ho ideato e ne sto seguendo la messa in pratica personalmente. L’idea mi è venuta quando ho saputo del motto “Made in Italy” per questa edizione 2018. Ho pensato che un’iniziativa del genere non era mai stata presa, e che Lucca Games poteva rappresentare una cornice adatta.
 
Chi saranno i relatori e, nel caso, come saranno identificati e selezionati? Mi sembra di capire che ci saranno autori relatori e autori in platea… sbaglio?
 
Gli autori potranno partecipare sia come “semplici” partecipanti, sia come relatori. Un autore che desideri partecipare come relatore deve inviarci un abstract del suo intervento entro il 5 ottobre. Sarà nostra cura valutare le proposte di relazione e selezionarle nel caso, per motivi legati alle tempistiche, non dovesse esser possibile ammetterle tutte. Sto anche valutando la possibilità di inserire piccoli contributi extra, da parte di esperti italiani e stranieri.
 
Si parla di autori ‘professionisti’ che abbiano pubblicato almeno un gioco di ruolo in Italia. Conta anche l’autoproduzione (intesa sia come conto autore che come uso di una propria etichetta)?
 
L’autoproduzione conta. La discriminante sarà posta sul tipo di materiale autoprodotto e sulla diffusione da esso raggiunta.
 
Il pubblico che immagino distinto dagli autori potrà fare domande?
 
Il pubblico potrà fare domande a discrezione del moderatore.
 
Per accedere e partecipare al convegno sarà necessario il biglietto della manifestazione o il congresso avrà luogo in un’area a libero accesso? 
 
Non abbiamo ancora assegnato una sede al convegno, aspettiamo di avere un’idea della dimensione dell’evento prima di farlo. In ogni caso, per accedere come pubblico sarà richiesto disporre di biglietto e braccialetto, agli autori invece non sarà richiesto.
 
Sarai tu il moderatore del congresso?
 
No, non sarò io. Non ne ho la competenza. Mi limiterò a un saluto iniziale lasciando rapidamente spazio ai lavori.
 
(intervista di Ciro Alessandro Sacco) FONTE: www.infoludiche.org