Miniature Island, lo spazio dedicato al mondo del wargame e del gioco di miniature torna per diventare sempre più appassionante e coinvolgente! In un’unica area racchiuderà tavoli dimostrativi storici e fantasy, la Palestra di Colorazione e il Trofeo Grog.

Grandi tavoli dimostrativi accompagneranno il pubblico nel cuore della battaglia, dando la possibilità di vivere l’emozione di comandare un imponente esercito storico o un manipolo di avventurieri di mondi fantastici.

Nell’area Autori 3D i creatori dei regolamenti di wargame vi aspettano per farvi provare in anteprima le novità del prossimo anno. In programma giochi di miniature fantasy e storici, con ambientazioni che vanno dall’antichità all’apocalisse zombie.

La Palestra di Colorazione, tradizionale area dedicata alla pittura di miniature, sarà suddivisa in un’area didattica, in cui sarà possibile imparare e approfondire gli aspetti della pittura sotto l’attenta guida di esperti del settore, e un’area workshop, dove potrete assistere a esibizioni permanenti in cui pittori di talento mostreranno le loro tecniche.

Il Trofeo Grog, uno dei più longevi e importanti premi nel settore della colorazione, darà la possibilità sia ai pittori neofiti che a quelli più esperti di sfidarsi. Sarà inoltre aperto anche agli scultori.

Grandi ospiti del mondo della miniatura, come Angelo di Chello, vincitore di numerosi premi a livello mondiale, saranno presenti nell’area per dipingere assieme al pubblico.

Infine in 4 vasti diorami, che spazieranno dai più svariati periodi storici fino al fantasy, saranno dispiegate centinaia di miniature impegnate in epiche battaglie che faranno rivivere le emozioni dei più famosi film dedicati alla storia e al mondo del fantastico.

fonte: luccacomicsandgames.com

 

Ospiti

  • LORENZO SARTORI Autore 3D, presente nel padiglione Games e disponibile per dimostrazioni.
  • ANDREA SFILIGOI Autore 3D, presente nel padiglione Games e disponibile per dimostrazioni.
  • MASSIMO TORRIANI Autore 3D, presente nel padiglione Games e disponibile per dimostrazioni.
  • Angelo di Chello

 

 

Tavolo dimostrativo: La guerra civile americana

Troverete il tavolo nell’area espositiva Miniature Island. Accanto, aree di vendita per questo gioco

Presentazione tavolo sulla guerra civile americana : il seme della guerra civile è germogliato lentamente, radicando in profondità nella terra e alimentandosi del sangue delle parti in conflitto. Nessun evento ha mai sconvolto il continente americano quanto la lotta secessionista intrapresa dagli stati del Sud contro gli stati del Nord, fedeli all’Unione. Come ha potuto una democrazia, così faticosamente conquistata, originare un conflitto straziante, il primo esempio di guerra totale in cui un paese, spezzato a metà, ha devoluto tutte le sue risorse industriali, finanziarie e umane, al servizio degli strumenti di sterminio del suo stesso popolo?

È diffusa la credenza che l’abolizione della schiavitù nel continente americano sia stata la causa scatenante della secessione. Le più recenti interpretazioni dimostrano che la “peculiare istituzione” fu il terreno ideologico sul quale le avverse fazioni politiche si affrontarono per rivendicare il mantenimento delle proprie leggi e il rispetto delle proprie consuetudini ma la contesa, da un punto di vista più ampio, muoveva i primi passi altrove.

Continua a leggere la storia …..

 

Tavolo dimostrativo: Le guerre daciche

Troverete il tavolo nell’area espositiva Miniature Island. Accanto, aree di vendita per questo gioco

All’alba del II secolo D.C. l’imperatore Marco Ulpio Traiano conquista la Dacia, un territorio che corrisponde pressappoco all’attuale Romania. Con due successive campagne militari, nel 101 e nel 106 D.C., annienta l’esercito Dacico e ne conquista la capitale Sarmizegetusa Regia, costringendo il re Decebalo alla fuga e, in ultimo, al suicidio.

A causa della scarsità di testi sopravvissuti, la principale fonte d’informazione è costituita dalla Colonna Traiana, un monumento che, pur svolgendo una palese funzione celebrativa delle gesta dell’imperatore, fornisce una base fondamentale da cui partire per conoscere la conquista romana della Dacia.

Gli studiosi sono divisi nell’accettare completamente o no la validità di questa testimonianza. Ciò non toglie che, a parte frammenti letterari come i “Commentarii de bello dacico”, “Getica” di Critone o il complesso monumentale “Tropaeum Traiani”, essa è senza dubbio la fonte più importante.

Continua a leggere la storia …..