PANO_20130602_184414_camera_4Lucca, 7 ottobre 2014 – «ULTIME camere disponibili»,e per i Comics si preannuncia già il tutto esaurito. E’ questo il messaggio ricorrente sui siti di prenotazioni alberghiere che abbiamo visitato (come booking.com) alla ricerca di una disponibilità per i giorni del Lucca Comics & Games. Digitando la data del 29 ottobre si legge che in città sono state prenotate il 75% delle strutture disponibili, che salgono al 97% per la notte del 30 e arrivano al «sold out», ovvero il 99% per il pernottamento del 1 novembre. Una situazione, questa, che fortunatamente si ripete ogni anno in vista della manifestazione del fumetto più famosa d’Europa, che consacra la nostra città capitale dei Comics. «Lucca è molto richiesta nelle date che hai selezionato», si legge ancora on line e se scorriamo le proposte a video, possiamo constatare che i prezzi delle camere ancora disponibili non sono proprio a buon mercato.

UNA camera matrimoniale standard in una struttura a tre stelle può arrivare a costare, in centro storico, anche 499 euro per arrivare ai 540 per una suite. Mano mano che ci allontaniamo da Lucca, rimanendo comunque nel raggio di 15 chilometri, rimane ancora qualche disponibilità, sempre per un tre stelle, tra i 90 euro e i 269 euro. Un tutto esaurito confermato anche dagli albergatori e addetti delle strutture ricettive, alla maggior parte dei quali le prenotazioni vengono fatte dai clienti anno per anno.

«UN ANDAMENTO che è ormai costante – ci dicono all’Hotel Ilaria – nel pieno rispetto della tradizione. Ci rimane qualcosa disponibile la notte del 29 mentre il 31 e il 1 novembre siamo al completo da tempo». Situazione simile all’Hotel Guinigi, che è da mesi al completo. «Abbiamo esaurito le camere da tempo. Molti sono nostri clienti abituali, che prenotano annualmente per assicurarsi le camere nel periodo dei Comics». E i prezzi? Sono quelli dell’alta stagione, come normalmente viene considerato il periodo dei Comics, ma nessun aumento, garantiscono gli addetti; solo i consueti, piccoli ritocchi, che le tariffe subiscono di anno in anno. «I prezzi sono quelli che pratichiamo sempre in questo periodo dell’anno – confermano al Celide -, salvo gli annuali «aggiornamenti» come accade, in generale, per qualunque tipo di servizio offerto al pubblico». E c’è anche chi fa il «sold out» nonostante le tariffe non siano alla portata del popolo dei fumetti. «Quest’anno abbiamo avuto il tutto esaurito – spiegano al al B&B Antica Residenza del Gallo e Dimora dei Guelfi – grazie alle prenotazioni da parte della Casa editrice Mondadori». A proposito di numeri, nel giro di 10 anni la manifestazione ha più che triplicato i numeri dei presenti, attirando sul territorio provinciale migliaia di persone. Se dal 2006 al 2008 i visitatori sono cresciuti da 60 a 100 mila, nel 2009 invece i dati ufficiali parlano di 120 mila paganti, l’anno successivo si era già passati a 135 mila e nel 2011 a 155 mila.

NEL 2012 una vera esplosione che ha portato i numeri ufficiali di biglietti venduti a 213 mila e ancora nella passata edizione, malgrado l’imperante crisi economica, un nuovo record che ha portato la manifestazione ai primi posti nel mondo con 218 mila paganti. Il successo del festival è da cercarsi certamente in una speciale alchimia fra la nostra città e il mondo della fantazia, ma anche nella crescita di uno staff organizzativo «lucchese», appassionato e dedito alla manifestazione, capace di intercettare le novità e le passioni del pubblico.

FONTE: http://www.lanazione.it