Sono usciti i 5 finalisti che si contenderanno il premio per l’anno 2021. I giochi arrivati alla fase finale sono stati rivelati durante l’incontro tenutosi venerdì 3 settembre a Play Festival del Gioco, alla presenza della Giuria al completo, ovvero Paolo Cupola, presidente di Giuria del Gioco dell’Anno, Beatrice Parisi (vicepresidente), Riccardo Busetto, Massimiliano Calimera, Fabio Cambiaghi, Alessio Lana, Caterina Ligabue, Giordana Moroni e Fabrizio Paoli.

Tra i 26 giochi in concorso, i finalisti (in ordine alfabetico) sono:

Calico – Little Rocket Games

Si cuciranno trapunte con tessere colorate per cercare di dare ai loro gatti un posto comodo dove dormire e sdraiarsi. Ma questi gatti sono particolari; solo alcuni tipi di trapunte li stupiranno. Nel frattempo, i giocatori si divertiranno raccogliendo bottoni e tentando di completare i propri obiettivi di trapuntatura personali. Edito da Centro Hifi srl e distribuito da Little Rocket Games.

Meraviglioso puzzle game per tutta la famiglia dove i giocatori saranno in competizione por creare trapunte più comode e belle.

In Calico™, i giocatori competono per cucire la Trapunta più accogliente per gli adorabili gattini, mentre scelgono e posizionano Tessere Patch di diversi colori e motivi sulla loro plancia trapunta. Ogni plancia includerà 3 Tessere Obiettivo Design che daranno punti se i loro requisiti saranno soddisfatti. I giocatori cercheranno anche di creare gruppi di motivi per attirare i gatti più teneri e gruppi di colori su cui cucire Bottoni.
Vince il giocatore che ottiene il maggior numero di punti dalle tessere obiettivo design, dai gatti e dai bottoni!

CONTENUTO
4 Plance Trapunta Doppio Strato, 108 Tessere Patch, 80 Segnalini Gatto, 52 Segnalini Bottone, 24 Tessere Obiettivo Design, 5 Tessere Punteggio Gatto Fronte-Retro, 6 Tessere Patch Bianco e Nero, 1 Blocchetto Segnapunti, 1 Sacchetto di Stoffa per Tessere, 1 Tessera Maestro della Trapunta, 1 Tessera Punteggio Bottone.

Età: 10+ | Giocatori: 1-4 | Tempo di gioco: 30-45 min. | Autore: Kevin Russ | Illustrazioni: Beth Sobel

My City  – Giochi Uniti

In My City saremo in competizione con altri giocatori nel tentativo di sviluppare la nostra piccola città nel corso di varie epoche, ognuna con esigenze architettoniche specifiche. My City è un legacy, questo significa che il gioco si evolve con il corso delle partite e le plance dei giocatori verranno modificate durante la campagna di 24 episodi. Edito da Kosmos Verlag e distribuito da Giochi Uniti.

Il gioco nominato allo Spiel Des Jahres 2020 che porta la firma di Reiner Kniza, uno degli autori di giochi da tavolo più prolifici in attività, arriverà anche in italiano. My City è un gioco di costruzione legacy, ovvero che comporta modifiche permanenti ai componenti durante le sue sessioni di gioco. Prevede però una modalità di gioco “eterna” ovvero rigiocabile continuamente. Il gioco si caratterizza per la sua semplicità e immediatezza, un tempo di gioco contenuto (30′) e quindi adattissimo anche alle famiglie!

Lo scopo del gioco è guadagnare più punti possibili costruendo la vostra città. Come ottenere questi punti è presto detto. Il vostro gioco inizia aprendo una busta, che contiene tre parti di gioco del capitolo “Una nuova città”. Ogni giocatore inizia con una plancia di gioco vuota, tranne che per un fiume, qualche roccia sparsa e alberi. Si inizia con un punteggio di 10 punti e riceve 8 edifici di 3 colori diversi con diverse forme e dimensioni. Viene quindi girata la prima carta che raffigura la prima tipologia di edificio che ogni giocatore può posizionare quel turno.

Lo scopo è lasciar il minor numero di caselle edificabili della propria città scoperte. Per ogni casella scoperta perderete infatti un punto a fine partita. Dove costruire è molto importante. Coprire le rocce vi eviterà penalità, mentre preservare gli alberi vi darà 1 punto bonus ognuno. Mentre la vostra città progredisce, potreste trovarvi nella condizione di non poter utilizzare l’edificio estratto in quel turno, oppure di non volerlo utilizzare. In questo caso potete passare perdendo un punto.

In ogni momento potete anche fermarvi dal costruire. Questo può essere determinante se le probabilità che esca l’unico edificio servibile sono molto basse! Alla fine del mazzo, o quando tutti i giocatori si sono chiamati fuori, la partita finisce. Si contano i punti! A secondo della vostra posizione in classifica otterrete punti per la campagna. Gli ultimi non ottengono nulla, ma avranno un bonus per il prossimo round, i primi invece riceveranno un malus. Questi bonus e malus modificheranno perennemente la vostra plancia

Tutto qui? No, è solo la prima partita di 24! Ogni partita vi porterà nuove regole per guadagnare punti nella partita e nella campagna (caselle evidenziate in blu nell’immagine), rinnovando il gioco in continuazione, senza mai stravolgerlo. Insomma una brezza nuova ogni sera che terrà viva la vostra attesa per il rond successivo a colpi di edifici!

Editore: Giochi Uniti | Autore: Reiner Knizia | Giocatori: 2/4 | Durata: 30 minuti | Difficoltà: introduttiva | Tipologia: family, legacy, posizionamento, strategia, costruzione. | Prezzo: €39,90

Nova LunaDjama Games

Bisognerà essere i primi a piazzare tutti i propri gettoni completando gli obiettivi dati dalle tessere prelevate dalla Ruota Lunare e posizionate saggiamente di fronte a sé. Edito da Edition Spielwiese e distribuito da Djama Games.

Fin dall’alba dei tempi, la Luna regola le maree, rischiara le notti e veglia sui nostri sogni. Ma, soprattutto, influenza le nostre vite. La Luna Nuova è il simbolo del nuovo inizio, il momento perfetto per pianificare il futuro e iniziare un nuovo cammino. Nova Luna, che in latino significa “Luna Nuova”, è un gioco di piazzamento astratto che parla proprio di questo, di come pianificare il futuro sfruttando al meglio ciò che la Ruota Lunare vorrà offrire. Decidete con saggezza. E abbiate fiducia nella Luna.

Nova Luna ci propone una scatola semplice e profondo senza tanti fronzoli: si prende un gioco di Corné van Moorsel, Habitats, e lo semplifica e lo depura da alcune complessità come il punteggio variabile delle tessere.
Il nome dell’autore olandese risulta ora come co-autore di Nova Luna. Molti giocatori sono restii a giocare con concetti astratti, ma questa è una caratteristica specifica del gioco che può piacere o no. Esso è un gioco di piazzamento e pianificazione. Osserva la Ruota Lunare, scegli la tua tessera e piazzala con saggezza. Solo così potrai completare i tuoi obiettivi e vincere la partita.

Giocatori: 1-4 | Tempo: 20-30 min | Età: 8+

Paleo – Giochi Uniti

In Paleo ci troviamo nell’età della pietra e siamo alla guida di alcuni gruppi di uomini delle caverne che hanno un obiettivo comune: realizzare una grande pittura rupestre raffigurante un mammut. Ogni giocatore gestisce un gruppo di primitivi. Edito da Hans im Glück e distribuito da Giochi Uniti.

Ci troviamo nell’età della pietra e siamo alla guida di alcuni gruppi di uomini delle caverne che hanno un obiettivo comune: realizzare una grande pittura rupestre raffigurante un mammut. Ma non è così semplice, anche perché la sopravvivenza è tutt’altro che scontata in un ambiente in cui i pericoli sono numerosi ed è necessario cacciare per nutrirsi. I primitivi dovranno collaborare per esplorare l’ambiente in cui vivono e far fronte a vari tipi di sorprese, non sempre piacevoli, e a incontri che possono rivelarsi molto fruttuosi o molto rischiosi. Dovrete fabbricare utensili e sfruttare le vostre abilità. Potreste perfino ritrovarvi a fare un sogno rivelatore…

Questi è un tipo di gioco cooperativo, in cui i giocatori impersonano una tribù di uomini primitivi. Lo scopo del gioco è riuscire a completare una pittura rupestre, senza perire nella lotta alla sopravvivenza. Il gioco è diviso in giorno e notte, dove nel giorno si esplora il mondo circostante, si costruiscono oggetti, si affrontano pericoli o si reclutano membri della propria tribù. La notte invece si sfama la propria tribù e si risolvono le carte missione.

Il gioco gravita attorno al mazzo delle carte che viene equamente diviso tra i giocatori. In ogni fase giorno i giocatori pescano contemporaneamente carte dal mazzo e ne risolvono gli effetti. Per farlo dovranno contare solo le proprie risorse, oppure non risolvere la propria carta per aiutare un proprio compagno. Risolvere una carta può dare vari bonus, oltre che a un pezzo di pittura rupestre: risorse, carte sogno per superare alcuni ostacoli, carte idee per costruire utensili etc…

Il mondo però è pieno di pericoli, a volte celati dietro carte dall’apparenza innocua. L’inabilità di sfamare la propria tribù, o l’incapacità di risolvere un pericolo faranno accumulare teschi ai giocatori, i quali non potranno mai averne più di 5, o si troveranno sconfitti. Il gioco contiene 10 moduli di diversi livelli di difficoltà. Si gioca solitamente con due moduli e ognuno ha proprie regole e carte aggiuntive rispetto a quelle base. È inoltre possibile mischiarli per crearne di personalizzati.

EditoreGiochi Uniti | N°Giocatori: 2-4 | Durata: 60-90 min. | Complessità: Medio-Bassa | Tipologia: Cooperativo, Sopravvivenza, Gestione Risorse, Modulare, Preistoria. | Prezzo: 39,90€

The Crew – Giochi Uniti

Si cercano astronauti che possano intraprendere un impegnativo viaggio spaziale alla ricerca del misterioso Pianeta Nove. The Crew è un gioco di carte che rielabora efficacemente i tradizionali giochi di presa e crea uno strategico cooperativo. La cooperazione è alla base della riuscita delle 50 missioni e tutti devono fare la loro parte tanto che basta una mina vagante tra i compagni per far fallire l’intero gioco. Edito da Kosmos Verlag e distribuito da Giochi Uniti.

The Crew è un gioco da tavolo molto interessante, pubblicato nel 2019 dalla Kosmos Games e portato in Italia da Giochi Uniti. Questo gioco è ideato da Thomas Sing, va da 3 a 5 giocatori (con una variante per 2 giocatori), e dura circa 20 minuti a missione. L’ambientazione del gioco è lo spazio: i giocatori sono una serie di astronauti coinvolti in missioni sempre più difficili, con l’obiettivo finale di scoprire il leggendario Pianeta Nove. The Crew ha vinto diversi premi. Tra questi il Kennerspiel des Jahres 2020, ma anche l’As d’or 2021, il Juego del Año 2020 e altri premi internazionali.

Esso è gioco di presa cooperativo. Per certi aspetti assomiglia alla classica briscola, a parte appunto il fatto che i partecipanti devono lavorare insieme. Ogni giocatore partirà con una parte delle 40 Carte Presa, mescolate in un mazzo unico e divise casualmente. Le carte hanno 4 colori diversi, ed ogni colore è numerato da 1 a 9. Se il primo giocatore gioca una carta di un colore, gli altri sono obbligati a rispondere con lo stesso a meno che non abbiano carte adatte. A fine giro, prende tutte le carte chi ha giocato la carta dello stesso colore della prima e col numero più alto. Ci sono inoltre 4 Carte Razzo, senza tonalità e numerate da 1 a 4. Queste possono essere giocate solo se non si hanno in mano carte del colore richiesto, e prendono sempre rispetto alle carte di altri colori. Funzionano come delle briscole, pratica! Se il primo di mano gioca una Carta Razzo, gli altri sono costretti a rispondere con un’altra Carta Razzo se ne hanno in mano. Se più Carte Razzo vengono giocate insieme, prende tutto chi ha giocato la Carta Razzo col valore più alto.

Il tocco di difficoltà aggiuntivo è che esistono 50 diverse missioni da portare a termine. Si parte da quelle più facili, e poi la difficoltà aumenta. Ad inizio missione si decide il primo giocatore: sarà quello con in mano la Carta Razzo 4, la ‘briscola’ col valore più alto. A seconda della missione che state svolgendo, dovrete rivelare dal mazzo delle Carte Incarico da 1 a 10. Il primo giocatore sceglierà una tra queste, quello alla sua sinistra un’altra e così via finché le missioni scoperte saranno esaurite. Per non fallire la manche è necessario che il gruppo risolva tutte le missioni scoperte. Queste missioni possono essere di vario tipo: “Prendi il 4 giallo“, “Prendi il 3 rosa come seconda presa della manche“, “Fate 1 presa con ciascuna Carta Razzo” e così via.

Aggiungiamo un ulteriore elemento di difficoltà: non si può dire agli altri giocatori quali Carte Presa avete in mano! Non potete mostrarle, ne suggerirle. Insomma dovete stare zitti! L’unico modo per comunicare le carte è usare il Segnalino Radio. Ogni giocatore ne ha uno per manche, e può usarlo solo prima di un giro di prese, mai durante. Con questo segnalino può dire ai compagni d’avventura una carta che ha in mano, e dire se quella carta è la più alta che avete in mano di quel colore, la più bassa oppure l’unica.

Marchio: Giochi Uniti | Fascia d’età : Dai 14 anni in su | Prezzo: 14,89€

fonti: giocodellanno.itvolpegiocosa.it/nova-lunatomshw.it/culturapop/paleo-la-recensioneorgoglionerd.it/the-crew-gioco-recensione