gioco dell'anno 2015 lucca comics Colt Express

La giuria del Gioco di Ruolo dell’Anno, presieduta da Roberto Genovesi e composta da Mirella Vicini (vicepresidente), Davide Scano (coordinatore), Anna Benedetto, Luca Bonora, Marco Corazzesi, Paolo Cupola, Daniele Prisco e Lorenzo Trenti, ha scelto il titolo vincitore dell’edizione 2015.

 

Numenéra, ideato da Monte Cook, prodotto da Monte Cook Games e edito in Italia da Wyrd Edizioni, è il Gioco di Ruolo dell’Anno 2015. La decisione è stata presa durante la riunione della giuria che si è tenuta domenica 13 settembre 2015 nella sede di Lucca Comics and Games. “A questa edizione – scrivono i giurati – si sono presentati 12 prodotti editoriali di buon livello, alcuni dei quali notevoli per le scelte del tema o per l’originalità della proposta di ambientazione e gioco. Dovendo selezionare tre finalisti, la scelta si è orientata su prodotti editoriali completi, che esprimono elevata qualità sotto diversi punti di vista. Notiamo con piacere la qualità media dei titoli iscritti è in aumento”.

Numenéra è un prodotto classico, in cui le aspettative di un giocatore di ruolo sono soddisfatte appieno. Presenta una grande qualità editoriale, ricchezza estetica e profondità contenutistica. Offre un ‘pacchetto gioco’ completo con un regolameno dettagliato, una mappa del mondo di riferimento, quattro avventure introduttive che permettono di muovere i primi passi all’interno dell’universo del gioco. Invita inoltre il giocatore, attraverso il personaggio, a sviluppare un atteggiamento di curiosità e scoperta. Ha una dichiarata vocazione multimediale e si basa sul cypher system, il nuovo motore di gioco ideato da Monte Cook che proprio con Numenéra viene varato”.

 

 

 

Presentazione prodotto CI SONO STATI OTTO MONDI PRECEDENTI

CI SONO STATI OTTO MONDI PRECEDENTI. Tutti questi mondi si sono protratti per millenni. Ognuno ha ospitato civiltà che si sono evolute fino alla supremazia e poi si sono spente e disperse, sono sparite o trascese. Nel tempo questi mondi sono fioriti, coloro che li dominavano sono arrivati a parlare alle stelle, riplasmare i loro corpi fisici e padroneggiare forma ed essenza, secondo percorsi propri e inimitabili. Ciascuno di questi mondi ha lasciato dietro di sé dei resti.

Di tanto in tanto la gente del nuovo mondo, il Nono Mondo, attribuisce a questi lasciti il nome di magia: difficile dare loro torto. Tuttavia queste reliquie di ere ormai remote ed inimmaginabili vengono chiamate per lo più con un unico nome: numenera.

Il Nono Mondo è costruito sulle spoglie degli otto mondi che lo hanno preceduto. Il gioco di Numenera è incentrato sulla scoperta delle meraviglie di questi mondi, una ricerca non fine a se stessa ma volta a migliorare il presente e a costruire il domani.

Ambientato in un futuro lontano, Numenera ridefinisce il fantasy tradizionale, dando vita a un nuovo genere per stimolare l’immaginario dei giocatori di tutto il mondo. I personaggi esplorano un universo di misteri e pericoli per recuperare gli artefatti lasciati dai loro predecessori: frammenti di nanotecnologia, la data-sfera sviluppata dai satelliti ancora in orbita, creature frutto d’ingegneria genetica e miriadi di bizzarri e meravigliosi congegni che sfidano ogni comprensione.

Con un sistema di gioco lineare e intuitivo, Numenera consente ai giocatori di creare personaggi in pochi minuti e concentrarsi sulla storia piuttosto che sulle regole. Numenera è l’ultima creazione di Monte Cook: uno dei nomi più amati e conosciuti nell’industria del gioco di ruolo nonché pluripremiato autore.
 

Elementi proposti:

  • Meccaniche di gioco lineari e focalizzate sulla storia.
  • La possibilità per i giocatori di creare esattamente il personaggio che vogliono interpretare.
  • Un’esperienza di gioco dal forte impatto narrativo, con una particolare attenzione ai temi del mistero e dell’ignoto, per instillare nei giocatori il senso della meraviglia.
  • Una descrizione accurata dell’ambientazione del Nono Mondo, completa di idee immaginifiche, utili spunti, personaggi intriganti e luoghi ameni o inospitali.
  • Un bestiario con oltre cinquanta creature e personaggi, e centinaia di oggetti tecnologici.
  • Tre capitoli sulla conduzione del gioco, scritti da uno dei più famosi esperti sull’argomento.

All’interno della scatola troverete:

  • Il Manuale di Gioco, di 340 pagine.
  • Un libro con quattro avventure introduttive.
  • La mappa del Nono Mondo e le schede dei personaggi.

 

 

 

Gli altri due giochi nominati finalisti sono

Fate Sistema Base: presenta una meccanica di gioco innovativa incentrata sui personaggi e sul contributo dei giocatori, è un gioco adatto per qualsiasi tipo di ambientazione.
Il gioco è stato ideato da Leonard Balsera prodotto da Evil Hat e edito in Italia da Dreamlord Press.

Drizzit il Gioco di Ruolo: ambientato nell’universo dell’omonima, fortunata serie a fumetti dedicata al mondo dei giocatori di ruolo, Drizzit adotta una meccanica semplice ma efficace, consentendo di trascorrere innumerevoli momenti divertenti al tavolo da gioco.
Drizzit è di Andrea Zoffoli e Luigi “Bigio” Cecchi, edito e distribuito da Mini G4m3s Studio.

La giuria, assieme all’organizzatore Lucca Comics&Games, ringrazia per la collaborazione tutte le case editrici che hanno presentato i loro giochi al concorso e dà appuntamento al festival, dal 29 ottobre all’1 novembre, ed in particolare alla serata del 30 ottobre per la cerimonia di premiazione del Gioco di Ruolo  dellAnno 2015

 

FONTE: http://www.giocodellanno.it