LuccaFan

Comics & Games (Beta)

2018
31/10 - 4/11<< fiera
00/00 - 4/11<< mostre
Accedi
Accedi al tuo account LuccaFan
Signing in, please wait...
Login successful!
Issues to send ajax: reload page.
Empty field, enter data.
User already logged in. Reload page.
Wrong username or password.
Wrong username.
Wrong password.
Accedendo, dichiaro di Aver LETTO e ACCETTATO i Termini di Servizio!
|
coming soon

Mostre Lucca 2014

Le mostre vengono inserite manualmente nel momento in cui il sito ufficiale rilascia delle novità. Pertanto questo elenco potrebbe essere incompleto. La lista ufficiale la trovate sempre sul sito di Lucca C&G.  

Palazzo Ducale

Games

Lucca Junior & Family Palace

 Japan Town

In Città

 

PALAZZO DUCALE

 

Naughty Dog, 30 anni di arte interattiva

Naughty Dog

Per celebrare la storia di uno dei maggiori sviluppatori di videogiochi del mondo, Lucca Comics & Games annuncia una mostra esclusiva in occasione del 30esimo anniversario di Naughty Dog, creatori di titoli leggendari come Crash Bandicoot™, Jak and Daxter™, Uncharted™ e The Last of Us™.

Nel meraviglioso scenario di Palazzo Ducale, gli spettatori troveranno una storia visuale dei videogiochi, con concept art, storyboard, maquette originali provenienti dagli archivi di Naughty Dog. Robh Ruppel, uno degli art director dello studio, sarà protagonista in workshop e sessioni di autografi e parlerà dei suoi precedenti successi come Forgotten Realms™, Dragonlance™ e Uncharted: Among Thieves™.

Fondato nel 1984 da Andrew Gavin e Jason Rubin, Naughty Dog ha raggiunto l’immeditato successo con la serie di Crash Bandicoot™, per poi unirsi ai Sony Computer Entertainment’s Worldwide Studios nel 2001. Dopo i successi di Jak and Daxter™ e Uncharted, l’uscita dell’innovativo e pluripremiato The Last of Us ha posizionato definitivamente Naughty Dog tra i leader del settore. L’annuncio della mostra di Lucca, coincide con l’imminente uscita di The Last of Us rimasterizzato per PlayStation®4. Inoltre, Naughty Dog e Dark Horse Comics produrranno The Art of Naughty Dog, l’esclusivo art book acquistabile a Lucca Comics & Games, viaggio nella storia dello studio attraverso gli schizzi, i disegni e il lavoro artistico che hanno reso i loro videogiochi memorabili.

Chi è Robh Ruppel

 

La personale di Gabriele Dell’Otto

Dalla tradizione italiana, un poster per la Rivoluzione

Lo stile di Gabriele Dell’Otto trova radice nella più classica pittura italiana, unendo le tecniche tradizionali ai personaggi pop per eccellenza: potenti pennellate e affilati raggi di luce forgiano personaggi come Spider-Man, Hulk, Wolverine e Captain America.

Punta di diamante del fumetto made in Italy, i dipinti dell’international superstar artist (come viene definito dalla stessa Marvel) hanno conquistato gli Stati Uniti.

La splendida cornice della Galleria Ammannati ospiterà alcune delle sue più iconiche opere, dalle tavole di Secret Ware Sex and Violence fino alle copertine di Original Sin e Annihilation, insieme agli originali del nuovissimo Spider-Man: Family Business e alle tele della Divina Commedia che illustrano l’Inferno, esposte per la prima volta.

 Chi è Gabriele Dell’Otto

 

La personale di Rutu Modan 

La personale di Rutu Modan

Artista ormai consacrata internazionalmente, vincitrice dei premi più importanti come l’Eisner Award americano, il Fauve d’Or francese e l’italiano Gran Guinigi, assegnato nel 2013 da Lucca Comics & Games, Rutu Modan è una delle voci più significative del graphic novel contemporaneo. Con uno stile rigoroso e pulito, che ricorda la stilizzazione della linea chiara ma che in realtà è il risultato di una costante tensione al realismo, Rutu Modan racconta storie in cui la realtà israeliana si manifesta in tutta la sua complessità. Al centro dei suoi lavori sta il macro-tema dell’identità, individuale e collettiva, che passa attraverso le problematiche odierne di Israele ma anche attraverso famiglia, radici e memoria.

Chi è Rutu Modan

 

La personale Hirohiko Araki 

Hirohiko Araki, una personale a Palazzo Ducale

Hirohiko Araki ha con l’Italia un rapporto tutto speciale. Baoh, uno dei suoi manga giovanili, fu uno dei primi ad essere pubblicati in Italia, e l’OAV da esso tratto fu il primo a rilanciare l’invasione degli anime nel nostro paese. Lo scorso anno è stato protagonista di un’importante collaborazione con Gucci, di cui ha decorato le vetrine nei negozi di tutto il mondo. Ma soprattutto, l’Italia è una presenza costante nel suo magnus opus, Le bizzarre avventure di JoJo, saga intergenerazionale di enorme successo ormai giunta all’ottava serie, in corso da quasi trent’anni.

Ambientazioni e personaggi italiani si susseguono a ritmo continuo, con nomi magari un po’ bizzarri al nostro orecchio ma indiscutibilmente italiani, come Giovanna Giorno, Lisa Lisa, Bruno Buccellati, Leone Abbacchio, la famiglia Zeppeli e il cattivo principale della serie, Dio Brando, il cui nome ha, non a caso, la cadenza blasfema della bestemmia. Personaggi forti, tratteggiati col suo inconfondibile stile fiammeggiante e espressionista, fatto di volti intensi, corpi muscolosi attorcigliati in pose laocoontiche, costumi elaboratissimi e stand, le proiezioni psichiche usate dai protagonisti per combattersi, ritratti con sfrenata fantasia visiva.

 

 

Silver: Dal Pollaio alle Stelle

Silver: Dal Pollaio alle Stelle

Lucca Comics & Games è onorata nell’ospitare una grande mostra dedicata a Guido Silvestri, universalmente conosciuto come Silver.

Per l’occasione saranno esposte una ricca selezione di tavole originali, gadget e audiovisivi che ripercorreranno la lunga carriera dell’Autore premiato nella scorsa edizione con il Gran Guinigi come Maestro del Fumetto.Un’esposizione giocosa che festeggerà i 40 anni di Lupo Alberto e di tutta la Fattoria dei McKenzie senza dimenticare Cattivik, La Vecchia Casa Oscura, e molti altri personaggi nati dalla matita di Silver.

Alberto, Marta, Beppe e Mosè vi accoglieranno in Palazzo Ducale e vi condurranno in un mondo in cui i lupi le galline non le mangiano…

Chi è Silver 

 

Guido Scarabottolo: diario piccolo

Guido Scarabottolo: diario piccolo

Mettere insieme le illustrazioni dei propri libri e ritrovarle una accanto all’altra in una mostra è un po’ come tirare fuori vecchi diari da un cassetto e riscoprire un pezzo della propria vita, ripercorrerla a ritroso e ritrovare ciò che siamo stati e siamo adesso. Questa mostra, lungi dall’essere un’antologica esaustiva della sua intera carriera artistica, racconta una parte importante e non accidentale della vita di Guido Scarabottolo, la sua vita di illustratore di libri per bambini e ragazzi, che inizia nel 2005 e lo accompagna ancora oggi, insieme a tutto il resto.

Tra i principali illustratori e grafici italiani degli ultimi trent’anni, Scarabottolo (per gli amici Bau) si autodefinisce un illustratore pigro, che non sa disegnare (ma vediamo benissimo che non è così) ed ha fatto del suo segno essenziale e della sua ironia sottile i suoi tratti distintivi. Sono sue quasi tutte le copertine dell’editore Guanda, per il quale lavora come art director dal 2002, da anni le sue illustrazioni appaiono su riviste e quotidiani prestigiosi come il “New York Times”, il “New Yorker”, “Il Sole 24 Ore” e “Internazionale” e sono innumerevoli i manifesti realizzati per il cinema, le copertine, le illustrazioni per le pubblicità prodotte nella sua carriera artistica iniziata negli anni ’70 con lo studio Arcoquattro.

Lucca Junior lo ha invitato, con questa mostra, a mettersi in gioco con i soli suoi lavori realizzati per un pubblico non adulto; uno Scarabottolo “per piccoli” in cui si ritrovano ben chiari i punti distintivi del suo disegno: l’ironia, il tratto preciso e pulito, i suoi oggetti, i suoi “omini”, le sue città e i suoi animali sospesi in spazi neutri e a volte sconfinati. Illustrazioni con cui giocare (come i libri stessi da cui provengono), da osservare da vicino perché qualcosa di piccolo e quasi invisibile potrebbe sfuggire, agli occhi meno attenti, in un angolino o in mezzo alla folla.

Grazie agli editori Prìncipi & Princípi, Topipittori e Vànvere per aver dato alle stampe in questi anni le piccole-grandi illustrazioni di Scarabottolo con le quali Lucca Junior omaggia il suo pubblico nella mostra 2014 di Palazzo Ducale.

Mostra a cura di Sarah Genovese

Luogo: Palazzo Ducale – Lucca
Data: dal 18 ottobre al 2 novembre 2014
Orari: dal 19 al 29 ottobre ore 9.00 – 13.00 e 15.00 – 19.00 / dal 31 ottobre al 3 novembre ore 9.00 – 19.00
Ingresso gratuito

[Immagine in alto © Guido Scarabottolo da “Bestiario Accidentale”, Vànvere edizioni, 2012]

Chi è Guido Scarabottolo 

 

Paul Pope, cavallo di razza

Paul Pope, cavallo di razza

Lucca Comics & Games è lieta di ospitare in Palazzo Ducale una selezione dei lavori del grande Paul Pope. È intensa la carriera di Paul Pope, iniziata con la creazione del proprio marchio The Horse, proseguita con la Dark Horse e approdata alla DC Comics con l’acclamatissima miniserie Batman: Year 100.
Ma Paul Pope non è solo questo: spazia dalle copertine di album musicali alle illustrazioni per la moda, con i brandDiesel e DKNY, senza dimenticare le collaborazioni con Kodansha, Dargaud, GQ, The New Yorker e Wall Street Journal, solo per citarne alcune.
Ultimo di una lunga serie di riconoscimenti è l’Eisner Award per la miglior pubblicazione per giovani con Battling Boy, il quarto della sua carriera.
Paul Pope, è un eclettico autore indipendente dal segno duro e fisico; è cresciuto sapendo imporre il suo stile unico, dinamico, attinto dal manga e dai suoi maestri europei come Pratt, Hergè e Giardino. È per questo che Paul Pope è un autore come pochi, un cavallo di razza.

Chi è Paul Pope

 

The Walking Dead

Nel 2003, Robert Kirman si presentò all’Image Comics con un’idea per un fumetto seriale a tema zombie. Era un’idea che rispondeva alla domanda a lungo posta da generazioni e generazioni di cinefili e adoratori dei morti viventi – fin dal primo gioiello targato George A. Romero nel lontano 1968 – ovvero “cosa succede ai sopravvissuti alla catastrofe dell’umanità una volta che cavalcano verso l’orizzonte in cerca di speranza e una cura che ristabilisca l’ordine devastato dai claudicanti cadaveri?”. E così, passo dopo passo, Rick Grimes e il suo sparuto gruppo di sopravvissuti, perfetta raffigurazione di una comunità che nonostante le situazioni a rischio non vuole rinunciare, nel bene e nel male, alla sua umanità, ha preso forma sulle tavole a fumetti in bianco e nero, sapientemente raffigurate prima da Tony Moore e poi da Charlie Adlard, l’autore qui esposto e ora “braccio unico” delle visioni del suddetto Kirkman. Così dieci anni e più dopo la sua nascita, The Walking Dead è un’icona pop che vanta un serial tv di spessore adorato da milioni di fan, merchandising dedicato e un mood nuovo di zecca nel rapporto tra umanità in fuga e masse affamate di zombie ululanti.

Luogo: Palazzo Ducale – Lucca
Data: dal 18 ottobre al 2 novembre 2014
Inaugurazione: sabato 18 ottobre ore 17:30
Orari: dal 19 al 29 ottobre ore 9.00 – 13.00 e 15.00 – 19.00 / dal 30 ottobre al 2 novembre ore 9.00 – 19.00
Ingresso gratuito

 

Games 

 

 

 

Un Maestro dallo spazio profondo

Un Maestro dallo spazio profondo

Nella vita di ciascuno di noi ci sono incontri che lasciano il segno. Nella storia di Lucca Games questo è accaduto lo scorso anno, quando Maurizio Manzieri ha messo piede nel reame lucchese della Fantasy cambiandogli il passo con la leggerezza armoniosa di un vero Maestro. È stato l’inizio di un’epifania creativa di cui quest’anno vogliamo rendere conto con una personale a lui dedicata, e celebrare un sodalizio che ci auguriamo possa essere il più duraturo e fortunato possibile. Artista napoletano dalla forte vocazione internazionale, Maurizio Manzieri è oggi una tra le voci più autorevoli nel panorama mondiale dell’illustrazione fantasy e fantascientifica, e l’elenco delle sue copertine di successo può competere solo con quello dei suoi premi e riconoscimenti. Già vincitore del Chesley Award nel 2003, infatti, Maurizio è finalista con ben due nomination all’ambitissimo premio anche nel 2014: Miglior Copertina di Rivista e Miglior Libro Hardcover. Ironia di una vita fortunata e ricca di meritati traguardi, in una delle due categorie concorre con Michael Whelan, caposaldo dell’arte fantasy tout court e da sempre suo ideale mentore. D’altro canto, lunga e ricca è lista dei grandi nomi – non soltanto di illustratori, ma anche di scrittori – con cui Manzieri si è trovato a prendere familiarità: le copertine per Terry Brooks, Ursula Le Guin, Clive Cussler o Marion Zimmer Bradley hanno fatto di lui un riferimento assoluto in campo internazionale a cui tutti guardano con ammirazione, e le sue tre apparizioni su Spectrum o quelle sul neonato Infected by Art ne sono l’incontrovertibile prova.

Manzieri ha in sé la forza della tradizione, perché si ispira ad artisti che hanno dettato le regole dell’iconografia Sci-Fi angloamericana. Ma possiede anche il dono dell’innovazione, poiché è indiscutibile e indiscusso il suo contributo all’affermazione della tecnologia digitale nell’arte. E proprio in virtù di questa doppia facoltà Manzieri è stato incaricato di rappresentare per la prima volta la celebre frase di Carlo Fruttero “Un disco volante sarebbe potuto atterrare dovunque sul nostro pianeta, a New York, a Londra, a Parigi, a Bombay ma… a Lucca, mai!”. Per noi più che un incarico è l’occasione di sfatare un mito, laddove l’artista italiano vi è in parte già riuscito. Ma soprattutto è un vivace augurio: creare a Lucca la pista di atterraggio per dischi volanti, extraterrestri e tutte quelle creature fantascientifiche che già aggirano, ogni autunno, nella nostra città. Una missione impossibile che solo il pennello di un Maestro poteva affrontare.

Chi è Maurizio Manzieri 

 

Mostra Terryl Whitlatch

Terryl WhitlatchTerryl Whitlatch ci regalerà una panoramica sul mondo delle creature che popolano gran parte dei più famosi film fantasy, presentando il suo ultimo libro edito da La Città delle Nuvole e dall’Accademia NEMO. Terryl nasce come paleo-reconstructionist per diventare in seguito creature designer. Grazie alla sua vasta conoscenza nel campo dell’anatomia e zoologia nel 1989 viene ingaggiata dalla Lucasfilm e la Industrial Light Magic per lavorare come progettista di creature in film come Star Wars Episode One – La minaccia fantasma. Da allora ha lavorato su molti altri progetti, tra cui i più recenti sono John Carter (Disney) e Ribelle (Pixar).

Ha anche scritto svariati libri, tra cui The Wildlife of Star Wars, The Katurran Odyssey e Animali reali e immaginari. Oltre a operare come concept artist, Terryl insegna attualmente creature design e anatomia animale sia all’Academy of Art University di San Francisco che presso l’Accademia NEMO di Firenze.

 

FAMILY PALACE

 

Paper Toy Enjoy Revolution

La Rivoluzione dei Paper toy? Passa per Lucca Comics & Games.

Per il secondo anno consecutivo tornano i “giocattoli di carta” a Lucca, con tante sorprese e gradite “rivoluzioni”. Ci sono piaciuti così tanto che quest’anno avranno a disposizione addirittura due sale all’interno del nuovissimo Family Palace, uno spazio più grande in cui esporre tante piccole mostre curate da Massimo “Matta” Mattarelli e Ivan Ricci AKA Kawaii-Style.

Rivoluzione sarà l’argomento di Lucca Junior, rivoluzione sarà anche il perno sui cui ruoteranno le mostre di paper toy: da quella dedicata al regista premio Oscar Hayao Miyazaki, colui che ha rivoluzionato il mondo dell’animazione con film amati da grandi e piccini distribuiti a livello internazionale, a quella sugli automata, gli stupefacenti paper toy “animati” da meccanismi completamente fatti di carta. Poi un omaggio ai Beatles, gruppo che non ha bisogno di presentazioni e che continua ad essere fonte di ispirazione per musicisti ed artisti di ogni genere; una serie tutta speciale di custom diStereobot, la mascotte della manifestazione, realizzati da artisti proveniti da tutto il mondo, ed infine una sezione dedicata a Paper in the Country, la mostra di giocattoli di carta d’autore da cui tutto è partito”.

Ovviamente non mancheranno i workshop aperti a tutti nei quali sarà possibile costruire un paper toy da portare a casa! Basta armarsi di carta, forbice e colla!

Paper Toy Enjoy: il divertimento è assicurato!

Mostra a cura di Massimo “Matta” Mattarelli e Ivan Ricci AKA Kawaii-Style

Luogo: Lucca Junior @ Family Palace – Piazza del Collegio – Lucca
Data: dal 30 ottobre al 2 novembre 2014
Orari: 9.00 – 19.00
Ingresso gratuito

[Immagine esterna: Papertoy “Abbey Road” © Gary Willis]

[Immagine in alto ©Stereobot papertoy custom by Paperjoker and Ivan Ricci aka kawaii-style]

 

Ritratti rivoluzionari

 La mostra “Ritratti rivoluzionari” nasce dalle tavole selezionate all’VIII Concorso per Illustratori e Fumettisti Lucca Junior 2014 e prende spunto dal claim generale del Festival, che nasce al grido di “Revolution!”.

All’inizio di questo 2014 abbiamo chiesto a illustratori e fumettisti di immaginare e rappresentare la loro idea di rivoluzione. Le risposte sono state più di 300, differenti ed originali e le tavole migliori, selezionate da una giuria di esperti, sono entrate a far parte di questo suggestivo percorso per immagini pensato per i più piccoli, ma che non mancherà di affascinare e incuriosire anche l’occhio di adulti e appassionati.

Mostra a cura di Sarah Genovese

Luogo: Lucca Junior @ Family Palace – Piazza del Collegio – Lucca
Data: dal 30 ottobre al 2 novembre 2014
Orari: 9.00 – 19.00
Ingresso gratuito

Si ringraziano per il prezioso supporto Maimeri e LYRA, sponsor e partner del concorso Lucca Junior di quest’anno.

[Immagine in alto © Giulia Marsich, “Smascherati”, tavola vincitrice del concorso]

Il concorso 

 

Tra carta e cultura: l’arte di Carlotta Parisi

Carta, Arte e Cultura tre elementi che si incontrano nel “Perini Journal”, la rivista dedicata al mondo del tissue edita dalla Fabio Perini S.p.A. Tre mondi unici che convergono nella passione che ha il “Perini Journal” nel ricercare e preservare da 35 anni l’Arte e la cultura della Carta in un contesto industriale ben consolidato.

La collaborazione con i Comics e l’internazionalità della rivista permettono incontri unici in cui fantasia e cultura hanno un comun denominatore: divulgare l’amore verso della carta che trova la sua genesi in forme diverse: fumetti, rotoli e sculture.

L’artista Carlotta Parisi (Montalcino, 1975) ha frequentato la Scuola del Fumetto nella sezione Illustrazione Editoriale a Milano. Ha collaborato come illustratrice freelance con diverse realtà e pubblicato 4 libri per diverse case editrici tra cui L’arca di Noè per Carthusia. Nel 2001 torna a Montalcino, iniziando a disegnare magliette e riciclare tappi di sughero per creare nuovi oggetti. Nel 2004 proprio in cima al paese di Montalcino, apre la sua bottega artigiana, piccola ma “preziosa” finestra sul mondo, dove ogni giorno realizza le sue tante colorate idee. Utilizza soprattutto la cartapesta, materiale umile dal quale fa nascere le sue creazioni, uniche e originali con colore, fantasia, sogno unite alla passione per la sua terra: Montalcino e la Val d’Orcia. Le sue sculture di carta sono l’ultima evoluzione della sua versatilità artistica. Nel 2011 il suo Paper Cirkus ha girato l’Italia con il tour del celebre trasformista Arturo Brachetti richiamando l’attenzione di stampa e Rai.

Mostra a cura di Perini Journal

Luogo: Lucca Junior @ Family Palace – Piazza del Collegio – Lucca
Data: dal 30 ottobre al 2 novembre 2014
Orari: 9.00 – 19.00
Ingresso gratuito

 

Chef Rubio: Food Fighter

Chef Rubio Food Fighter di Diego Cajelli e Enza Fontana è un volume edito da Star Comics dal quale è tratta la mostra ospitata al Family Palace. Dopo il successo di Unti e Bisunti, Chef Rubio diventa il personaggio principale di un’avventura inedita, dove il cibo e i fornelli sono gli elementi cardine di un racconto a cavallo tra ironia e mistero. In mostra al Family Palace, 20 tavole tra le quali ricette speciali da cui prendere spunto.

«Il cibo è racconto. Lo è sempre stato.Attraverso il cibo puoi raccontare tutto quello che vuoi.»

Diego Cajelli

Mostra a cura di Star Comics

Luogo: Lucca Junior @ Family Palace – Piazza del Collegio – Lucca
Data: dal 30 ottobre al 2 novembre 2014
Orari: 9.00 – 19.00
Ingresso gratuito 

 

 

JAPAN TOWN

 

Shinichi Wakasa

Artista contemporaneo giapponese che fonde nelle sue opere gli stili tradizionali dello Yamato-e (pannelli lignei, lacche, carta giapponese, foglia d’oro) con quelli moderni e contemporanei di manga e anime. Tra questi stili esiste una connessione, all’apparenza nascosta, che si configura invece come un continuum culturale che anzi, senza nette cesure, ci permette di rintracciare una intima natura nazionale. 

 

Robots & Characters Evolution

Lucca Comics & Games presenta una mostra che ripercorre l’evoluzione dei robot da metà degli anni 70 ad oggi con esposizione della collezione di Animerobot di Nicola Boccardo e Fabrizio Modina che consiste in robot, astronavi, mezzipersonaggi in metallo (Die Cast) e plastica affiancati, ove possibile, al modello realizzato nell’era moderna e algashapon (mini figura in plastica di piccole dimensioni 5/6 cm. circa).

Affiancata all’esposizione verranno esposti altri modelli riguardanti i personaggi degli anime giapponesi e dei cartoni animati che sono stati trasmessi nelle varie emittenti TV in Italia. Saranno esposte figure, statue, gashapon riguardantiGodzilla e personaggi similari (Uomo Tigre, Kenshiro, Lupin, Capitan Harlock eccetera). Saranno esposte inoltre maschere degli anni 80 raffiguranti i personaggi degli anime e gadgettistica dell’epoca con oggetti di vario genere (tazze, piatti e sottopiatti). 

 

JH LAB

Mostra di un collettivo di artisti contemporanei giapponesi, tra i cui fondatori figurano John Hathway e Yoshiyasu Tamura; presenteranno la loro rivista Akiba Anime Art Magazine e una mostra di opere digitali. 

 

 

Gundam 35th

IGB (Italian Gunpla Builder) con la collaborazione diel GIC (Gundam Italian Club) presenterà  una mostra sul 35esimo anniversario di Gundam. Una retrospettiva con dei modelli (Gunpla) più famosi della serie, una rassegna di modelli storici, una esposizioni di modellini storici, una esposizione di gadgets distribuiti nei 35 anni e due grandi realizzazioni italiane fatte a mano. Un modello in scala reale (scala 1/1) del cockpit di pilotaggio del Gundam. Un’opera fatta a tre mani dei menbri del IGB che è durato un anno di lavoro tra progetto e realizzaziione in modo da essere il più fedele possibile di quello del Manga. Tutti coloro che verranno a trovarci sono invitati a “provarlo” per potersi immedesimare del pilota del Gundam. L’altra chicca che che potrete ammirare è un Gundam in scala 1/12 a grandezza umana completamente realizzato a mano ed ispirata alla statua che è esposta ad Odaiba (Tokyo). Il tutto sarà corredato da due conferenze ad hoc tenute da Riccardo Di Nasso presidente del IGB e Francesco Miranda presidente del GIC.

Luogo: Japan Town – Lucca
Date e orari: dal 30 ottobre al 2 novembre ore 9.00 – 19.00
Ingresso con biglietto fiera

 

 

IN CITTA’

 

Da Essen a Lucca – Linea diretta

Ludoteca a cura de La Tana dei Goblin Pisa con le ultime novità di giochi da tavolo presentate a Lucca Comics & Games ed alla recente fiera di Essen, la più importante manifestazione ludica europea.

All’interno della prestigiosa cornice della Sala Studio della Biblioteca Civica Agorà, a cento metri dai padiglioni di Piazza Napoleone, verrà allestita una ludoteca per dare la possibilità di giocare alle principali novità editoriali italiane ed internazionali presentate alla fiera internazionale del gioco di Essen, la più importante manifestazione ludica europea. Un’occasione unica per provare e valutare con calma il meglio che il mercato mette a disposizione, con la possibilità di giocare in un ambiente suggestivo e rilassante.

Dove ci trovi: Via dei Servi, Lucca

Giorni e orari di apertura:
Giovedì 30 ottobre ore 19.00 – 24.00
Venerdì 31 ottobre ore 19.00 – 24.00
Sabato 1 novembre ore 16.00 – 24.00

Per saperne di più su La Tana dei Goblin e sulle nostre iniziative, visita il nostro sito o quello di PisaCON.

 

Dylan Dog – New Old Boy

L’Ispettore Bloch in pensione e trasferito nella splendida e rilassante campagna britannica, l’arrivo del ferreo Carpenter in sua sostituzione assieme all’assistente Raina, Groucho con uno smartphone, caratterizzato da un software donna, dotato di una spiccata personalità e di grande senso dell’umorismo, e una Londra contemporanea e multietnica, che spazia dai quartieri classici e turistici a quelli più in espansione come Southwark, con il suo grattacielo The Shard, o East London, sono solo alcuni dei (grandi) cambiamenti nel nuovo corso della popolare serie a fumetti dell’Indagatore dell’Incubo.

Aria nuova e in evoluzione quindi in Craven Road al numero civico 7, per l’Old Boy, nato dalla mente di Tiziano Sclavi nel lontano 1986 e ora affidato alla cura di Roberto Recchioni, che si troverà ad affrontare entusiasmanti avventure privato dei suddetti pilastri fondamentali (a va aggiunto il ritiro, del suo storico – e scaduto – tesserino di Scotland Yard che lo agevolava nelle indagini) e dove comparirà anche John Ghost, il nuovo antagonista che, prendendo il posto dello storico e diabolico Xabaras, diverrà la vera e propria “incarnazione di tutti i mali di oggi”.

Luogo: Chiesa dei Servi – Lucca
Date e orari: dal 30 ottobre al 2 novembre ore 9.00 – 19.00
Ingresso gratuito

 

Icone

Percorsi mirati, tesi a raffigurare un assaggio di grandi artisti dell’immenso mondo delle “nuvole parlanti”: questo è Icone, il nuovo progetto espositivo targato Lucca Comics & Games. Un viaggio attraverso i grandi autori del passato e del presente – nazionale e internazionale – al fine di comporre un mosaico di spunti artistici che accolga il visitatore neofita o sorprenda l’appassionato. Un progetto ambizioso, un mix di prove d’autore e di gioielli imperdibili che quest’anno inizia il suo percorso con tre nomi che hanno fatto, e tutt’ora fanno, la storia del media fumetto grazie a stili unici e, per certi aspetti, agli antipodi.

Con tre percorsi che spaziano dal papà “grafico” di Tex, Aurelio Galleppini, autore prolifico conosciuto da tutti con lo pseudonimo Galep, al sinuoso Guido Crepax e la sua conturbante Valentina arrivando alla potenza esplosiva e supereroistica di Mike Deodato Jr.

Luogo: Padiglione Fondaziona Banca del Monte di Lucca – Lucca
Date e orari: dal 30 ottobre al 2 novembre ore 9.00 – 19.00
Ingresso gratuito